Cereali

Dalla Dea romana della terra e della fertilità, Cèrere, la quale si supponeva che avesse insegnato agli uomini l’uso del frumento, deriva la parola cereàlem, cereale. Il termine non è botanico ma storico-letterario. Comprende tutte le piante i cui semi o frutti, ricchi di amido e sostanze proteiche, producono farine di valore nutritivo. Rilasciano l’energia nutritiva, sotto forma di amido, inoltre sono ricchi di fibre e contengono anche proteine. Hanno tutti una lavorazione simile e sono tutte piante annuali. Esistono cereali da stagione fredda: orzo, segale, frumento, farro, triticale, avena ecc., e cereali da stagione calda: grano, mais, riso, ecc..
        id_utente 
        id_carrello 
        outstanding 
        CAP 
        ZTL 
        id_Zona_sm 
        tot_da_pagare